Categories: General
      Date: May 21, 2018
     Title: Diamanti da investimento acquistati in banca: consumatori ingannati
Dopo le sanzioni comminate dall'autorità Antitrust alla fine di ottobre 2017 a diverse grandi banche italiane sulle modalità di vendita delle pietre preziose. MOLTI INVESTITORI avrebbero titolo per recarsi presso la propria banca per richiedere la restituzione dell'investimento effettuato in diamanti, commissioni incluse.

L'Autorità ha ritenuto gravemente ingannevoli le modalità offerte dei diamanti da investimento da parte di Intermarket Diamond Business - IDB S.p.A. (IDB) e Diamond Private Investment - DPI S.p.A. (DPI), anche attraverso gli istituti di credito con i quali rispettivamente operavano: Unicredit e Banco BPM (per IDB); Intesa Sanpaolo e Banca Monte dei Paschi di Siena (per DPI).

I profili di scorrettezza riscontrati per entrambe le società hanno riguardato le informazioni ingannevoli e omissive diffuse attraverso il sito e il materiale promozionale dalle stesse predisposto in merito: a) al prezzo di vendita dei diamanti (prezzi di vendita liberamente determinati dai professionisti in misura ampiamente superiore al costo di acquisto della pietra e ai benchmark internazionali di riferimento - Rapaport e IDEX); b) all'andamento del mercato dei diamanti (aumentato dai venditori); e c) alla qualifica dei professionisti come leader di mercato.